Articoli, Possibilità

L’amore nei grandi giuristi del Novecento: la definizione centenaria del giurista Capograssi, Gomez Dàvila, e l’esperienza dell’avv. Carnelutti…

Francesco Francia, Sposalizio di Cecilia e Valeriano,  Oratorio di S.Cecilia a Bologna

Così Giuseppe Capograssi nel carteggio a Giulia Ravaglia, la sua fidanzata, definiva l’amore 100 anni fa:

“un Padre della Chiesa l’ha definito, l’amore… con una definizione che forse è la più profonda, e la più breve e la più semplice, che mai siasi data di questo misterioso, strano, inverosimile (data la satanicità della natura umana) sentimento… l’ha definito San Dionigi così: “è una virtù, è la virtù unitiva“(22 aprile 1919)

Un altro avvicinamento a questo mistero si ottiene da Gomez Dàvila, scrittore e giurista, autore di un breve componimento da poco pubblicato , il De jure, ma è tra i suoi aforismi che troviamo il vertice del suo pensiero: ” amare è accorgersi di qualcosa di meraviglioso (perfezione)  che resta invisibile agli altri”.

Forse si potrebbe completare la sua descrizione dell’amore con la sua definizione del diritto. Dove due persone si riconoscono nelle diverse,  parallele o complementari identità e si uniscono per una  dinamica migliore, insieme, per un’altra identità

 

 

 

 

Come intermezzo si valuti la notevole la definizione di amore che si trova in rete, di Abraham J. Twerski, psichiatra. Contro ogni strumentalizzazione

(Si applicherebbe dunque l’art. 769 c.c? Con la conseguente attenuata garanzia per vizi? 😉 )

Interessante l’esperienza di  complementarietà pratica tra Francesco Carnelutti e la moglie che così descrive:

ps ovviamente sul tema bisogna  stare attenti a pensare di saperne una più del diavolo, potrebbe essere l’ultima diavoleria…

Qui un video clip da un film famoso, su miracolo dell’incontro tra due persone: il solito, memorabile Sean Penn

 

giorni: nell’arte S.Cecilia, 22 novembre; S. Valeriano 27 novembre; S.Valentino 14 febbraio

stato: bozza, poi Capograssi è una enciclopedia vivente sul tema….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *