Articoli, Possibilità

La difesa del cuore delle donne: Capograssi in una lettera a Giulia

 L’uomo dona. La donna è un dono (Jean Guitton

Spesso il ruolo della donna è stato poco valorizzato e riconosciuto. I riconoscimenti culturali non sono stati adeguati alla  forza e sensibilità femminili. Anche in campo religioso  la figura di Maria ha spesso assorbito quasi tutti i possibili apprezzamenti. Le azioni sono spesso stati considerate, ingiustamente, come mero atto dovuto.

Nel carteggio tra il giurista Capograssi e la fidanzata Giulia Ravaglia  si trova una significativa eccezione. La lettera straordinaria risale al 19 gennaio 1919 Per comprendere meglio la lettera occorre considerare  che per Capograssi esiste  una verità nella vita. Nell’esperienza giuridica la verità è il fondamento di ogni autorità. Nell’esperienza spirituale la verità si comunica sia attraverso l’insegnamento sia attraverso una relazione affettiva e pratica. Secondo Capograssi questa seconda via è percorsa mirabilmente dal genere femminile.

Capograssi elogia “la dolce femminilità che le cose dello spirito comprende nella loro essenza, e le attua precisamente nella vita vissuta.

La parola apostolica della verità era compresa in quella prima sorpresa della novità, soprattutto massimamente dalle donne, perché erano le sole che non avessero ostacoli di dottrine e avessero candore di anima e sapessero conoscere la verità di una dottrina dalla purezza della sua morale. Il profondo senso pratico e morale delle donne servì a tradurre nel dolce linguaggio materno, nel dolce linguaggio familiare quelle che erano le grandi  e alte verità che Dio aveva rivelato. Furono le donne che, condannate al silenzio nella Chiesa, predicarono nei cuori, e nel chiuso mondo delle famiglie la fede della Verità.
S.Francesca Romana

Furono esse che ne diedero la versione umana, l’espressione pratica, tenera, ingenua, raccolta, profonda: la espressione di bontà che era la migliore maniera con cui la nuova dottrina potesse essere espressa”

 
qui le due pagine della lettera:
——-
Applicazioni: la riflessione è l’occasione per un riconoscimento al genio femminile e per essere consapevoli che c’è anche un diverso modo di affrontare le situazioni: mentre l’uomo, talvolta in modo distaccato, rappresenta le situazioni, ne fa uno schema e agisce di conseguenza, la donna dentro le situazioni sente come l’altra persona si relaziona con lei e anche in forza della sua sensibilità inizia a vivere secondo la risposta che intende dare.
stato: bozza
Al tempo del corona virus: medici e infermieri  soccorritori sono, come le donne sopra ricordate, i custodi della vita, della verità scientifica (e di quella verità cristiana che ha portato nella storia gli ospedali) e di una via di uscita da questa crisi mondiale. Ascoltiamoli e teniamoli presente nel nostro ricordo e nelle nostre preghiere
giorni: festa della donna (8 marzo); 9 marzo S.Francesca Romana
 periodo pasquale e momenti di crisi

Rapporti: Qui uno straordinario film che è l’elogio di chi soccorre senza violenza, la vicenda è storicamente avvenuta e ne è protagonista  un uomo che agisce senza usare strumenti di violenza.

Consiglio di vedere il film, qui il trailer per le persone che non hanno il tempo:

Per  lo ha già visto  vuole approfondire i suoi significati è possibile in breve tempo riviverlo (attivando sottotitoli in inglese e poi, volendo, la traduzione):

qui una recensione italiana in cui si sottolinea come il film prende il sopravvento sull’iniziale resistenza del regista Gibson ad immedesimarsi nel protagonista non violento:

La battaglia di Hacksaw Ridge, di Mel Gibson

Ma forse il recensore dimentica la forza della fede che accomuna Gibson e il protagonista del film e che un certo distacco del regista evidenzia la solitudine del protagonista e così può contribuire alla riuscita del film.

Applicazioni: riconoscere la grande funzione di colei o colui che trasmette un messaggio di speranza e imitarne l’atteggiamento costruttivo che non si serve necessariamente di parole

Temi: Guitton, Giudizio, Calamandrei, Girard, Fornari, Ginzburg, Levi Strauss, agenda speciale

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *