Articoli, Possibilità

Quando una stella ci viene a cercare…

Il commovente nuovo significato del quadro di Raffaello, la Madonna Sistina. Con Leonardo e Dante(2a  parte) 

 

… rimangono le grandi prove alle quali è Dio stesso che deve provvedere, perché quanto maggiore è la prova, tanto maggiore sia la forza (G. Capograssi a Giulia, 6 gennaio 2021)

A Natale 2020 si è visto il primo significato della Madonna Sistina di Raffaello grazie anche ad un docu-film:

Da cuore a cuore

Ma in quei volti non c’è solo il coraggio di affrontare il destino. C’è qualcosa di nuovo: in Maria e Gesù bambino non c’è risentimento, desiderio di vendetta davanti al dolore inevitabile. L’artista mostra uno sguardo impossibile. Ferma  la necessità di fermare il male se possibile, la riconosciuta e terribile responsabilità umana, il giudizio necessario e le sanzioni sui fatti avvenuti (di cui si occupa l’esperienza giuridica), l’arte mostra che non ci si può fermare solo a questo. Il piano finito, lento e macchinoso delle vicende umane si può intersecare ad un piano superiore, infinito  trascendente, che riconosce la verità, la bellezza, l’amore, la fede che possono attraversare anche il  momento più tragico della vita umana. Mondo reale e artistico si alimentano in questo uno sguardo di amore che attraversa la storia. Arrivando a comprendere e perdonare i carnefici. Lì risplende uno sguardo a cui non aveva avuto accesso neanche Socrate. È la manifestazione di Dio, la sua epifania. Anche Leonardo fa attraversare la sua Adorazione dei magi agli Uffizi da una scossa incomprensibile. Cosa c’è di nuovo?

Ai raggi X si riconoscono Dante e Virgilio e ne sono sconvolti

 

 

 

 

Come ha scoperto il filosofo Giuseppe Fornari nel suo libro La bellezza e il nulla il bambino nella  Adorazione dei magi di Leonardo. accetta il dono dell’incenso, richiamo simbolico  al successivo  sacrificio sulla croce. In questo modo l’atto di violenza accettato dalla vittima diventa parte costitutiva del sacrificio d’amore della vittima che lo perdona

http://www.agendagiusta.it/buon-natale-il-significato-di-un-augurio-tra-leonardo-carnelutti-e-capograssi/

 

Sulla destra del dipinto, appena percettibile, c’è Leonardo stesso che invita ogni persona, anzitutto, a contemplare quel gesto impossibile e inaudito

Quando riesco a riconoscere il significato di grandi capolavori Raffaello e Leonardo allora si accendono  anche le luci blu del mio presepe:” il blu è il colore dell’invisibile che diventa visibile” (Y.Klein).  Queste opere illustrano sguardi eterni che continuano a incarnarsi e a trasmettere la loro  luce. Raffaello e Leonardo incoraggiano, tramite indizi che si svelano nei secoli grazie alle ricerche degli studiosi, le  persone ad essere guidate, sostenute  da una luce che  può affrontare anche il dramma e la scelta, nel  coraggio e nel  perdono, incarnati e dipinti in Maria e Gesù. La forza si trasmette, la dignità e il significato umano, in questo resistenti sguardi incorruttibili continuano a risorgere.

Allora se questo accade, se questo è possibile allora, solo allora,  possiamo restare anche distaccati e tranquilli come gli angeli nel basso del  dipinto. Allora quelle creature alate, i messaggeri non sono solo gli angeli appartenenti alla credenza di  coloro che professano la fede cristiana  ma condensano nelle loro figure le vicende incarnate di testimoni  e difensori consapevoli, incarnati, credibili  di drammi umani affrontati nel meglio delle possibilità umane e nel passaggio di un miracolo, il perdono,  che può diventare accessibile a chi comprenda anche la ferita umanità degli altri. Essi portano la pace in terra agli uomini di buona volontà. Dentro la tempesta essi indicano la stella delle persone sovrane che cercano il perdono. Ma questa luce nel linguaggio di Dio significa “prova”(Cristina Campo). Per noi vittime, noi carnefici. Grazie a Raffaello e Leonardo

Stato post: bozza

Approfondimenti:

  • tra Maria e i giuristi:

http://www.agendagiusta.it/maria-avvocata-nostra-lincorruttibile-anche-nella-fede-dei-grandi-giuristi-del-novecento/

Un augurio di Natale corrispondente: ” guardare con occhi nuovi le costrizioni”:  https://youtube.com/playlist?list=RDCMUChtrSS6-Clst5wlwJjvF8zQ

Come comunicare questi pensieri alle nuove generazioni, forse incrociandole con l’ultima canzone di Ultimo 7+3 dedicata alla madre. 

Come in altri casi musicali questa relazione intensa può trovare una maggiore potenza  se rapportata alla Madre di Dio,

 “tu porti il silenzio quando il vento grida

raggi di sole se il mio corpo gela

tu porti sorrisi ad una depressione”.

Anche la Madonna di Raffaello porta il silenzio davanti alla tragedia, uno sguardo che è un raggio di flebile luce davanti alla condanna a morte del proprio figlio. La Madonna di Leonardo mantiene  il sorriso di fondo davanti ad un destino tragico. Contiene il dolore   degli altri, il proprio e, contenendoli, li limita, Per questo è la sorgente della vera tenerezza, Madre dell’uomo e di Dio . 

Video: Come mostra Virginio De Maio nel suo libro Filmatrix (pp. 70-73) c’è una vicenda esemplare e contemporanea sul perdono  riportata al cinema nel film Saving Mr Banks, sulla storia di Walt Disney. Walt incontra Pamela Travers, la scrittrice autrice di Mary Poppins. La scrittrice ha scritto il libro “per lenire le sue sofferenze  e rimpiazzare l’affetto del padre morto alcolizzato…” Mr Banks.  “Per fare in modo che Pamela lo ascolti con maggiore apertura introduce l’argomento dicendo «anch’io ho il mio Mr. Banks» e, a pensarci bene,  tutti noi abbiamo il nostro Mr Banks”:

Scena 7: Una vita legati al passato

 



Tagged , , ,