Articoli, Possibilità

Quale cuore davanti alle difficoltà: nella giusta direzione

verso una possibile costruttività, anche contemplativa

Quando ero al college, volevo essere coinvolto in cose che avrebbe cambiato il mondo (Elon Musk)

(agg.to 25 ottobre 2020)

Certe coincidenze fanno pensare. Una domenica pomeriggio avevo fatto una  riflessione sulla Madonna del Rosario di Caravaggio, era l’8 ottobre del 2018

http://www.agendagiusta.it/nel-pericolo-la-forza-del-mistero-assoluto-per-il-cavaliere-di-caravaggio-e-per-il-giurista-francesco-carnelutti-in-fuga/

Il giorno dopo la riflessione senza saperlo, senza aver letto nulla,  un creativo imprenditore indossava la felpa con la Madonna del Rosario di Caravaggio. Lui non ci aveva fatto caso nè si sorprese tanto. Una settimana dopo ho scritto questa riflessione sul cuore che conta http://www.agendagiusta.it/avere-cuore-limportanza-secondo-elon-musk-teresa-davila-e-capograssi/

Sulle maniche del creativo trovo dapprima la scritta mirror, specchio (eh dopo lo specchio della settimana scorsa) e mi sembra un invito a trovare altri improbabili segni. Nella sua sua nuova felpa  cool nel retro trovo questa croce di S.Andrea fatta di vettori, di linee di forza…

ci ricordano che le cose devono avere un senso, un significato, una direzione... una idea e quando passa una nuova, quella giusta, bisogna fare attenzione. Essere pronti…

Un senso e una direzione le trovo anche nelle ultime opere del compaesano, l’artista arzignanese Andrea Bianconi, detto Sbianfo (nella foto all’opera)  mi dicono   i più vicini a lui.

Di recente ha invitato tutti a rallentare, sedendosi in una poltrona… qui a Bologna…

 

 

 

Ora  è arrivato anche a Chiampo nel Campanile staccato della Chiesa di S.Martino. La poltrona ricordi la contemplazione necessaria per vedere l’idea fatale, il destino. La freccia indichi una  possibile concorde costruttività, intorno ad un’idea

C’è una freccia che anima la poltrona, verso la contemplazione da cui emerga un’idea. Le frecce sono  una costante nelle ultime opere di Bianconi. Forse l’invito ad una concorde azione, rispettosa degli altri e dell’idea… eh è difficile ma ci si può provare…. Per un rianimato campo di forze…

La freccia potrebbe  centrare la mia prima riflessione sul  cuore di Elon Musk, di Teresa secondo Carver e di Capograssi?

Il cuore è protagonista nella poltrona di Bianconi

Cosa vuol dire? forse quella riflessione aiuta: 

http://www.agendagiusta.it/avere-cuore-limportanza-secondo-elon-musk-teresa-davila-e-capograssi/

 avere cuore implica essere pronto a vedere nell’altro, nelle sue idee anche un fine (Kant)  per cui difenderlo significa  anche affrontare la croce che è al vertice del campanile… anche essere disposti a lottare e anche a  perdere… Lo evidenzia sempre Elon Musk: tra le sue colonne il ” Never give up” e «Fondare una società è come masticare vetro mentre fissi l’abisso». Come diceva Ezra Pound “Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”. Una frase essenziale per un avvocato e per il suo cliente, ognuno deve vedere in modo bi-direzionale se è disposto a sacrificarsi per le idee dell’altro.

Avere cuore è credere in certe idee, presenti nell’altro… quelle per cui sono pronto a lottare dentro un campo di forze, offrire parte o tutta la mia vita. A sacrificarmi… se necessario, ad un certo punto, a mettermi in croce. Non in modo passivo ma confidando che lì c’è la miscela esplosiva.

“Tutto il sacrificio che la storia richiede, e che la vita mi domanda ogni giorno…trasformarlo come offerta di accettazione e di giustizia…Ed offerta per me e per tutti. Accollo da  parte mia della colpa e della croce di tutti. Qui mi sento risorgere…”(G.CAPOGRASSI Introduzione alla vita etica in La vita etica Bompiani p.214). Come il martire sulla Croce di S.Andrea… Ha la sua direzione, la sua freccia anche se è attraversato dalle forze contrastanti degli altri uomini. L’importante è non sentirsi soli, e non si è mai soli… certi segni  sono improbabili ma  non casuali…

Applicazioni: per sopportare i limiti nei comportamenti degli assistiti  occorre in primo luogo vedere se c’è una giusta direzione e poi , se c’è,  la consapevolezza che bisogna sacrificarsi e  guardare ai suoi slanci

Approfondimenti :

Chi ha creduto ai segni seguendo un significato potente ha lasciato un segno nella storia, ad esempio i santi come S.Andrea o S.Agata. Non si sono salvati dal sacrificio ma nel sacrificio (G.Fornari). Hanno lasciato tracce indelebili, dinamiche portanti. “Ogni atto d’amore ( qualificato dal sacrificio) lascia una traccia nell’universo”…(Jean Guitton)

temi: segni e disegni per un’idea (Quale cuore davanti alle difficoltà: passaggi cruciali nella moda e nell’arte, un pensiero di Ezra Pound, Capograssi esplosivo… il cuore in perdita ma con una direzione..).

giorni: momenti artistici, i giorni dei martiri: S.Andrea, S.Agata, S.Pietro, S.Paolo o quelli più vicini a noi come Franz Jägerstätter rievocato dal regista  Malick nel film uscito in Italia nel 2020

stato: bozza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *